Sessantananosecondi

60 nanosecondi, 100 all'ammore

Archivio ottobre, 2011

4 film che in Italia hanno dovuto lasciare spazio al cinepanettone di turno – Parte due

Discorriamo di cinema
rubrica finanziata da Uwe Boll

Ci eravamo lasciati con un cliffhanger (si scriverà così? Meibi…) da sverniciare il Lost delle prime stagioni. O forse no. Comunque, l’articolo non era ancora finito e adesso vi beccate il resto.

In alternativa, potete andare in basso a destra della pagina e giocare a Snake, come ai tempi delle medie.
Prima di concludere questo ciarpame di introduzione, volevo farvi notare che ci siamo adeguati all’inizio del grande fratello: adesso anche noi abbiamo la pubblicità.
Solo che noi siamo sciccosamente poveri.

Iniziamo. Leggi tutto…

postato da Herwig Carden Loyd in Discorriamo di cinema | 1 Commento

I Capisaldi – Nonsense

Come ogni mese il
Racconto Nonsense
della settimana
 
I Capisaldi

Nella vasta foresta di Dubbio fino a qualche decennio fa viveva la gloriosa tribù dei Capisaldi.

La principale particolarità dei Capisaldi era il loro totale isolamento. Tanto erano restii ad avere contatti con altri popoli che arrivarono a scoprire ed inventare autonomamente tutti gli oggetti e le scienze dei loro contemporanei. Leggi tutto…

postato da Christopher Llewellyn Seydlitz in Nonsense | 1 Commento

Nius

Nius
Notizie della settimana
 
 

Nella foto: il telegiornale del MinCulPop.

Pressioni del premier per le dimissioni di Lorenzo Bini Smaghi. (http://www.ilsecoloxix.it/p/italia/2011/10/28/AOLOtwHB-berlusconi_arriveremo_elettori.shtml)
Funziona così: la Francia sostiene Draghi ed in cambio subentra un francese a Bini Smaghi.

“E quindi?” Mi chiedo io.
C’è bisogno di dirlo al Tg1, a Porta a Porta e a Mattino Cinque? Ancora un po’ e Mr. Berlusconi comparirà a reti unificate. Che rottura.
Per una questione così si dovrebbe parlare in privato; chiami Bini Smaghi e glielo dici. Punto.
Non sarà che ha perso il suo numero di cellulare…

Proprio durante l’intervento al tg1 il premier dichiara che “Dopo la Germania l’economia più solida la ha l’Italia”.
E dopo l’Italia, Narnia. Leggi tutto…

postato da Christopher Llewellyn Seydlitz in Nius | 1 Commento

Il lavoro più inutile

Il Concilio Vaticano presenta
Il Quesito Scientifico Della Settimana

Sono un muscoloso governatore della California. Mentre leggevo un trattato di fisica applicata mi è venuta una domanda:
prof. Collider, qual’è il mestiere più inutile del mondo?

Risponde il professor Hadron Collider:

“Bisogna innanzitutto determinare cosa è utile e cosa non lo è; Leggi tutto…

postato da Christopher Llewellyn Seydlitz in Quesito Scientifico Della Settimana | Nessun commento

Natura Selvaggia – Nonsense

Come ogni mercoledì il
Racconto Nonsense
del giovedì



Alla facciazza di Discovery Channel, sessantananosecondi è lieto di presentarvi il primo documentario nonsense, di dubbia utilità scientifica.

 

Natura Selvaggia

Appena nascosta in un pertugio, la lepre sente i passi del predatore. Curiosa sporge il musetto dal giaciglio, e zan! Una zampata a 430 km/h gli stacca di netto la testa.
L’orso pavone (Orsum Moltus Coloratis) è il più terribile predatore esistente. Abita le foreste bergamasche e uccide qualunque cosa gli capiti a tiro. In primavera, irrigidisce il piumaggio sul petto e cinguetta profonde serenate alla sua orsa pavone (Orsum Unpomenus Coloratis). Il suo metodo di caccia è spaventoso: si avvale di avanzate tattiche militari e delle precedenti statistiche di altri orsi pavone. I suoi artigli sono lunghi e robusti, ideali per cacciare. Le sue zanne sono lunghe e robuste, ideali per cacciare. Il suo istinto è lungo e robusto, ideale per cacciare.
È erbivoro. Leggi tutto…

postato da Christopher Llewellyn Seydlitz in Nonsense | Nessun commento

4 film che in Italia hanno dovuto lasciare spazio al cinepanettone di turno

 
 
Discorriamo di cinema
offerto da Filmauro
 
 
C’era una volta un paese famoso per il cibo, la malavita organizzata e il buon cinema.
Questa fiabesca landa si chiamava Germania.
 
No, forse mi sono sbagliato. Forse dovevo dire Italia. Fatto sta che il nostro paese, decennio dopo decennio, si sta stancamente involvendo a tal punto  da intaccare alcuni dei suoi capisaldi. Se spaghetti, pizza, mandolino, mafia, baffi e altri stereotipi che ci dipingono al mondo intero come una fusione a metà di Supermario e Tony Soprano (guarda caso personaggi partoriti all’estero) resistono alla grande, non lo stesso si può dire di quello che stava diventando il nuovo fiore all’occhiello dell’immagine italiana: il cinema.

La scoperta dell’acqua calda, starete pensando. Tutti sanno che in Italia più che i tristemente noti cinepanettoni e qualche altra commedia di livello altalenante non si fa (tranne, alcune, piacevoli eccezioni. E speriamo che questo spacchi davvero ) Scelte spinte dai botteghini, da quello che vuole la gente. 
 
Allora, forse, sono i gusti di merda il vero problema. Un clamoroso circolo vizioso del disgusto, merda che viene prodotta, mangiata e ancora prodotta. Facile, comodo, economico. Finchè a chi mangia va bene, perché smettere di produrre?
 
Nel corso degli anni, i distributori nostrani hanno operato scelte seguendo il precedente, e molto tecnico, discorso, lanciando allo sbaraglio alcuni titoli validi senza la minima promozione, salvo cancellarla dalla programmazione nel giro di una settimana scarsa.
 
Peggio ancora, alcuni titoli che le sale non le hanno viste neanche di striscio, accontentandosi di doppiaggi frettolosi da inserire nell’edizione nostrana del dvd di turno.
 
Ma cosa è andato perduto, nel corso degli anni?
 
Ecco una lista, in ordine sparso, di pellicole che alcuni appassionati conosceranno bene (non parlo di fregnacce sconosciute), ma che il grande pubblico ha ignorato senza pietà per i motivi di cui sopra. Leggi tutto…
postato da Herwig Carden Loyd in Discorriamo di cinema | Nessun commento

Nius

La fabbrica del Non-Sense presenta:
Le Nius


Nella foto: Obama inaugura il monumento al nemico di Daredevil.

Così venerdì scorso è finito il mondo.
(http://libero-news.it/news/846769/Il-21-ottobre-finisce-il-mondo-L-ultima-del-profeta-cialtrone.html)
Almeno è quello che sostiene un profeta, che porta come argomentazione calcoli con i numeri della bibbia. Ah, la scienza!
Comunque l’esistenza su questo pianeta è terminata; se credete ancora di essere vivi è colpa del jet lag dovuto al lungo viaggio verso l’inferno.

Muore Muammar Gheddafi (il dittatore sulla destra, quello sulla sinistra è ancora vivo).
Al TG1 decidono che far vedere il momento dell’uccisione, fotogramma per fotogramma, a tutte le ore del giorno sia un’ottima idea.
Oltre ai palesissimi secondi fini (come provocare una reazione conservatrice all’interno del paese, specie dopo gli avvenimenti di Roma), si può notare la pesante mancanza di buon senso nel mostrare ripetutamente un filmato così cruento quando sicuramente sarà visto anche da bambini e infanti.
Tanto lo manderanno ancora in onda; ed io immaginerò la faccia di Minzolini sovrapposta a quella di Gheddafi.

Berlusconi: “Ho parlato a lungo con la Merkel, credo di averla convinta”.
Andrà a letto con lui. Mica era una culona inchiavabile?…….

 ~Seydlitz

Licenza Creative Commons
postato da Christopher Llewellyn Seydlitz in Nius | Nessun commento

Sono arrivate!

Cliccando qui sotto o nel menù pagine a destra…

Domande Cui Sarebbe Opportuno Dare Risposta

Licenza Creative Commons
postato da Herwig Carden Loyd in Comunicazioni di servizio | Nessun commento

Vuoi saperne di più?

Vuoi sapere perchè spariamo tutte queste idiozie? A breve le Domande Cui Sarebbe Opportuno Dare Risposta (DCSODR)
Perchè tutta questa complessità?

Perché ci sarà un motivo se FAQ si pronuncia FAQ…

Licenza Creative Commons
postato da Herwig Carden Loyd in Comunicazioni di servizio | Nessun commento

Quesito Scientifico della Settimana

Il tribunale dell’inquisizione presenta:
Il Quesito Scientifico Della Settimana


Sono un ragazzo di 25 anni e ho un dubbio:
Conviene, numericamente, farsi esplodere per avere 77 vergini?

Risponde il professor Hadron Collider:

“Numericamente? Ma che cazz….Ok.

Se si parla di puro sesso il paragone non esiste, dato che nel mondo terreno puoi avere sesso anche a pagamento (e da donne che non sono vergini e la sanno lunga…) e anche con 30 milioni di donne differenti.

Parliamo di vero amore, presupponendo che esista.

Analizziamo due diverse situazioni:
77 donne, certe, per un tempo t=infinito.

La popolazione totale delle donne italiane tra i 20 e 30 anni è di 3.050.000. Mettiamo caso che 2/3 delle suddette non ti piacciano (anche se, data l’entità della domanda, dubito tu sia schizzinoso). Arrotondiamo per difetto: 1.000.000 di donne potenziali a tua disposizioni (solo in Italia).

1.000.000 di donne, potenziali, per un tempo t=durata della vita.

Due fattori su tre sono favorevoli al caso 2 (è più facile trovare una donna con cui stare bene per una vita piuttosto che per l’eternità)

Ai due casi andrebbero aggiunte una miriade di variabili: la possibilità (piuttosto elevata) che non ci siano 77 vergini ad aspettarti dopo la morte, il fatto che nessuna donna potrebbe starci con te….etc.

Prendiamola ora da un altro punto di vista.
Notoriamente è piuttosto difficile trovare la donna della tua vita (intesa come donna con cui staresti insieme per sempre).

Secondo te è più probabile che questa stia in quel milione o in quelle 77? E se nelle 77 non c’è cosa fai, ti giri i pollici per l’eternità?

Chi è quell’idiota che si farebbe saltare in aria per abbassare le proprie possibilità? Tzé…”

~Seydlitz

Licenza Creative Commons
postato da Christopher Llewellyn Seydlitz in Quesito Scientifico Della Settimana | Nessun commento