Sessantananosecondi

60 nanosecondi, 100 all'ammore

Archivio novembre, 2014

Premi Nobel contro l’euro

Io non mastico economia, cerco di farmi un’opinione sui grandi temi finanziari un po’ alla buona. E così, da bravo cittadino italiano, ho sempre creduto che l’uscita dall’eurozona non fosse un’ipotesi da prendere in considerazione. Insomma, eravamo tra i fondatori di questa dannata Europa Unita: che vogliamo tirarci indietro? Un giorno mi imbatto, quasi per caso, su un articolo di un certo Krugman; parlava del fallimento dell’unione economica europea, e diceva espressamente che un paese come l’Italia avrebbe fatto bene ad uscirne al più presto. A sostenere questa tesi ci sono tante altre personalità di spicco, a cui io sinceramente non ho mai dato troppo ascolto. La differenza è che Krugman, Paul Krugman, premio nobel per l’economia, è una fonte che si presenta come qualificata ed affidabile, non uno strillone da piazza del mercato e neanche un fantoccio in giacca e cravatta. Divento perplesso: non mastico economia ma a farmi venire dubbi sono medaglia d’oro olimpica. Faccio qualche altra ricerca e scopro che esistono ben sei (sei, cinque più di uno, per dire) premi nobel per l’economia che si scagliano con forza contro l’unione monetaria europea. Che fare? È men male l’agitarsi nel dubbio, che il riposar nell’errore, diceva il Manzoni. E così eccomi qui a condividere i miei dubbi con voi. In fondo all’articolo metterò il link a tutte le fonti di cui mi sono servito. Buona lettura! Leggi tutto…

postato da Christopher Llewellyn Seydlitz in Articolo | Nessun commento

Io vi consiglio? Funny Game US

Funny Games US

Funny-Games-US-Wallpaper-funny-games-15317059-1024-768

Come si fa un film dell’orrore?
Si inizia con la normalità. Una coppia, un gruppo di amici, o più in generale i protagonisti vengono raffigurati mentre vivono le loro vite normalmente. Poi qualcosa stravolge la tranquillità: una minaccia, un killer, un mostro o una qualche creatura, inizia ad uccidere. Alcuni personaggi più o meno secondari muoiono, finché non arriva il punto in cui la minaccia scompare brevemente. I protagonisti cercano allora di fuggire, o di trovare rimedio, quando la minaccia ricompare (l’inizio del cosiddetto terzo atto). Si apre l’epica parte finale, dove tutti crepano tranne una persona, di solito quella con cui il pubblico poteva empatizzare di più (la final girl). I due “picchi” si hanno quando muore la persona più importante per il protagonista e quando questi uccide la minaccia. Leggi tutto…

postato da Christopher Llewellyn Seydlitz in Io vi consiglio\Io vi sconsiglio,Recensioni - Cinema | Nessun commento

Point Break vs. Speed: Super Keanu Combo Remix (Io vi consiglio)

Get Ready!

Get Ready! Edizione speciale: due film, un’espressione sola!

Lo hai detto e lo confermi: i film d’azione girati dopo gli anni ’90 non li guardi più. Sarà la computer grafica, saranno le trame sempre più sconclusionate, sarà un attimo sporadico da hipster, ma per te è finito tutto con Matrix nel 1999 (perché Matrix è un film d’azione, e basta), e non vuoi neanche riprovarci.

Comunque, poco male. A te in genere piacciono film più ragionati. Ma ogni tanto il richiamo di un buon Die Hard, di un buon Robocop o di un buon Terminator 2 si fa sentire. Un anno fa, più o meno di questi tempi, stavi riguardando Hot Fuzz in attesa dell’uscita di The World’s End e ti becchi la citazione di Point Break. Ne parli con un amico, e decidi di scaricarlo  noleggiarlo in VHS. Che fa pure più atmosfera. Leggi tutto…

postato da Herwig Carden Loyd in Io vi consiglio\Io vi sconsiglio,Recensioni - Cinema | Nessun commento