Sessantananosecondi

60 nanosecondi, 100 all'ammore

Lou Reed & Metallica: Lulu

La disputa teologica della settimana
questa volta è quasi una vera disputa teologica!

Quando quest’estate ho letto del nuovo disco dei Metallica in arrivo, ho subito pensato: “bene!”

Ecco, magari non proprio una reazione entusiastica, direte voi, ma ero al lavoro, ed era appunto estate. Non era il momento di approfondire troppo.

Il passare del tempo ha portato nuovi dettagli sul nuovo album: dalle dichiarazioni del produttore (“sarà un vero capolavoro!” o qualcosa di altrettanto malaugurante), al fatto che sarebbe stata una collaborazione con Lou Reed, storico membro dei Velvet Underground di Andy Warhol prima e cantautore impegnato poi.

I nostri cari alfieri del thrash arrivano da lavori un po’ altalenanti, per non dire deludenti. Personalmente, il loro precedente disco, Death Magnetic, non è dispiaciuto. Un paio di pezzi hanno stazionato per mesi nel mio lettore MP3 (That Was Just Your Life e The Day That Never Comes), nonostante parte del pubblico e della critica gli abbiano tributato più che altro pernacchie. Ma si sa che l’invidia è uno sport molto praticato (da noi è uno di quelli nazionali) e quando un colosso del genere va in difficoltà tutti godono a sputarci sopra, sempre e comunque.

Forse non sarebbe bastato un Black Album 2.0 a far contenti tutti, di sicuro Lulu è servito a gettare tanta altra benzina sul sacro fuoco dello scontento. Leggi tutto…

postato da Herwig Carden Loyd in La disputa teologica della settimana (rubrica di intrattenimento),Recensioni - Musica | Nessun commento