Sessantananosecondi

60 nanosecondi, 100 all'ammore

Premi Nobel contro l’euro

Io non mastico economia, cerco di farmi un’opinione sui grandi temi finanziari un po’ alla buona. E così, da bravo cittadino italiano, ho sempre creduto che l’uscita dall’eurozona non fosse un’ipotesi da prendere in considerazione. Insomma, eravamo tra i fondatori di questa dannata Europa Unita: che vogliamo tirarci indietro? Un giorno mi imbatto, quasi per caso, su un articolo di un certo Krugman; parlava del fallimento dell’unione economica europea, e diceva espressamente che un paese come l’Italia avrebbe fatto bene ad uscirne al più presto. A sostenere questa tesi ci sono tante altre personalità di spicco, a cui io sinceramente non ho mai dato troppo ascolto. La differenza è che Krugman, Paul Krugman, premio nobel per l’economia, è una fonte che si presenta come qualificata ed affidabile, non uno strillone da piazza del mercato e neanche un fantoccio in giacca e cravatta. Divento perplesso: non mastico economia ma a farmi venire dubbi sono medaglia d’oro olimpica. Faccio qualche altra ricerca e scopro che esistono ben sei (sei, cinque più di uno, per dire) premi nobel per l’economia che si scagliano con forza contro l’unione monetaria europea. Che fare? È men male l’agitarsi nel dubbio, che il riposar nell’errore, diceva il Manzoni. E così eccomi qui a condividere i miei dubbi con voi. In fondo all’articolo metterò il link a tutte le fonti di cui mi sono servito. Buona lettura! Leggi tutto…

postato da Christopher Llewellyn Seydlitz in Articolo | Nessun commento