Sessantananosecondi

60 nanosecondi, 100 all'ammore

Premi Nobel contro l’euro

Io non mastico economia, cerco di farmi un’opinione sui grandi temi finanziari un po’ alla buona. E così, da bravo cittadino italiano, ho sempre creduto che l’uscita dall’eurozona non fosse un’ipotesi da prendere in considerazione. Insomma, eravamo tra i fondatori di questa dannata Europa Unita: che vogliamo tirarci indietro? Un giorno mi imbatto, quasi per caso, su un articolo di un certo Krugman; parlava del fallimento dell’unione economica europea, e diceva espressamente che un paese come l’Italia avrebbe fatto bene ad uscirne al più presto. A sostenere questa tesi ci sono tante altre personalità di spicco, a cui io sinceramente non ho mai dato troppo ascolto. La differenza è che Krugman, Paul Krugman, premio nobel per l’economia, è una fonte che si presenta come qualificata ed affidabile, non uno strillone da piazza del mercato e neanche un fantoccio in giacca e cravatta. Divento perplesso: non mastico economia ma a farmi venire dubbi sono medaglia d’oro olimpica. Faccio qualche altra ricerca e scopro che esistono ben sei (sei, cinque più di uno, per dire) premi nobel per l’economia che si scagliano con forza contro l’unione monetaria europea. Che fare? È men male l’agitarsi nel dubbio, che il riposar nell’errore, diceva il Manzoni. E così eccomi qui a condividere i miei dubbi con voi. In fondo all’articolo metterò il link a tutte le fonti di cui mi sono servito. Buona lettura! Leggi tutto…

postato da Christopher Llewellyn Seydlitz in Articolo | Nessun commento

Io vi consiglio? Funny Game US

Funny Games US

Funny-Games-US-Wallpaper-funny-games-15317059-1024-768

Come si fa un film dell’orrore?
Si inizia con la normalità. Una coppia, un gruppo di amici, o più in generale i protagonisti vengono raffigurati mentre vivono le loro vite normalmente. Poi qualcosa stravolge la tranquillità: una minaccia, un killer, un mostro o una qualche creatura, inizia ad uccidere. Alcuni personaggi più o meno secondari muoiono, finché non arriva il punto in cui la minaccia scompare brevemente. I protagonisti cercano allora di fuggire, o di trovare rimedio, quando la minaccia ricompare (l’inizio del cosiddetto terzo atto). Si apre l’epica parte finale, dove tutti crepano tranne una persona, di solito quella con cui il pubblico poteva empatizzare di più (la final girl). I due “picchi” si hanno quando muore la persona più importante per il protagonista e quando questi uccide la minaccia. Leggi tutto…

postato da Christopher Llewellyn Seydlitz in Io vi consiglio\Io vi sconsiglio,Recensioni - Cinema | Nessun commento

Io vi consiglio – In Bruges

In Bruges (2008)

MV5BMTY4OTYxODg4MV5BMl5BanBnXkFtZTcwMDcyNzM2MQ@@._V1_SX640_SY720_

In Bruges è una commedia nera della miglior specie. Non lasciate che l’inizio macchinoso vi scoraggi: la pellicola si fa più interessante con lo scorrere dei minuti.
Leggi tutto…

postato da Christopher Llewellyn Seydlitz in Io vi consiglio\Io vi sconsiglio,Recensioni - Cinema,Uncategorized | Nessun commento

Io vi consiglio – 28 giorni dopo

28 giorni dopo (28 days later)

5753_big

“Io sono leggenda” è la brutta copia di questo film. Non per la trama generale (che nasce nella letteratura) ma per tanti piccoli dettagli che il filmaccio americano riprende e rovina sistematicamente. Se vi è piaciuto Will Smith che ripete a memoria le battute di Shrek guardate questa pellicola e capirete dove tutto è nato.
Leggi tutto…

postato da Christopher Llewellyn Seydlitz in Io vi consiglio\Io vi sconsiglio,Recensioni - Cinema | 1 Commento

Io vi consiglio: Godzilla (2014)

Godzilla (2014)

godzilla2014_fan_poster

Nel 1954 la Toho, casa di produzione cinematografica giapponese, confeziona una pellicola destinata a rimanere negli annali del cinema. La storia la conosciamo tutti: un dinosauro gigantesco terrorizza le città costiere del paese del sol levante. L’idea era arrivata dai vecchi monster movie americani della prima metà del secolo (come King Kong). La bestia prese il nome di Godzilla (o Gojira), che era il sopprannome di un grasso dipendente della Toho, frutto dell’unione tra i termini gorilla e balena.
Leggi tutto…

postato da Christopher Llewellyn Seydlitz in Io vi consiglio\Io vi sconsiglio,Recensioni - Cinema | Nessun commento

La scelta alternativa

wallach
Nella foto: “l’affidabile” Pedro

C’era una volta…

…un nutrito gruppo di criminali, fautori di una spettacolare evasione di massa, che erravano su di un peschereccio malridotto tra le isole dei caraibi.
Leggi tutto…

postato da Christopher Llewellyn Seydlitz in Articolo | Nessun commento

Thank you for cheating

“In televisione non c’è niente che valga la pena guardare, a parte le Iene!”
Striscia la notizia fa dei servizi impeccabili” Leggi tutto…

postato da Christopher Llewellyn Seydlitz in La disputa teologica della settimana (rubrica di intrattenimento) | Nessun commento

Recensione Film: “Resident Evil: Afterlife”, di Paul W.S. Anderson

Forse il più brutto film che abbia mai visto al cinema. Leggi tutto…

postato da Christopher Llewellyn Seydlitz in Recensioni - Cinema | 1 Commento

Mr. Hide ed il Dottor Je-Kill

Laringio era un giovane con grossi problemi ad integrarsi nella società. Un ragazzo sfortunato, così tanto sfortunato che durante l’ultimo terremoto si trovava nella fabbrica di stalattiti. Leggi tutto…

postato da Christopher Llewellyn Seydlitz in In vetrina,Nonsense | Nessun commento

Il Neoinceneritore


Articolo di palesissima satira; prima di rosicare cercate di capire!
******************************

La nascita di una nuova forma di energia

eso1032a-720x479
(Nella foto: fuochi d’artificio per il Neoinceneritore!!)

Carbone? Vapore? Petrolio?
Sciocchezze!!

Sessantananosecondi ha la soluzione al problema energetico! Leggi tutto…

postato da Christopher Llewellyn Seydlitz in In vetrina,Nonsense | Nessun commento