Sessantananosecondi

60 nanosecondi, 100 all'ammore

The Master (Io vi s…consiglio)

The Master - 2012

The Master – 2012

Avevamo parlato di Wes Anderson e del suo particolare ultimo film. Questa volta invece passiamo ad un’opera del più quotato della trinità contemporanea degli Anderson registi, ovvero The Master di Paul Thomas (Anderson).

The Master è una pellicola del 2012 diretta appunto dal regista de Il petroliere e Boogie Nights, che ai tempi balzò all’onore delle cronache per alcune prime, buone critiche e per l’accattivante accoppiata di protagonisti, interpretati da Joaquin Phoenix e Philip Seymour Hoffman.

Proprio Phoenix fece puntare ulteriormente i riflettori sul film, visto che The Master lo vedeva tornare sulle scene dopo la folle parentesi nell’hip hop raccontata nel mockumentary Im Still Here. Il folle Joaquin che duetta con il talentuoso Hoffman in un film di P.T. Anderson? Le premesse non sono male.

Pure l’inizio del film non è male, seppur macchinoso e lento. Freddie, interpretato da Phoenix, è un reduce della seconda guerra mondiale, fronte del Pacifico, tornato a casa un po’ “toccato” dall’esperienza bellica (e con una profonda ossessione per gli organi genitali femminili). Cerca di reinserirsi in società misurandosi in tranquilli lavori, mentre segue una terapia per tornare al 100%.

Le cose non vanno ovviamente per il verso giusto, e il nostro si ritrova imbarcato su una nave, il cui capitano (Hoffman) sembra più il grande capo di una setta spirituale piuttosto che un comandante.

Freddie si ritroverà oggetto dei colloqui e delle sedute psicologiche del “Maestro”, volte ad indagare nel profondo della psiche del protagonista.

Indagare CON UNA LENTEZZA DISARMANTE. Il viaggio introspettivo è caratterizzato da grotteschi e interminabili dialoghi sul perché è necessario registrare le varie sedute, oltre ad una sequela di domande ripetute fino alla nausea per spronare il veterano di guerra a dire la verità.

E poi, e poi non lo so, perché The Master è uno dei tre soli film che non sono riuscito a terminare negli ultimi quattro anni di visioni (gli altri, per la cronaca, sono Super e un filmaccio francese sulla guerra franco-tunisina di cui non ricordo il nome). Lento (lo avevo già detto?) e ridondante, non affascina e non riesce ad incentivare ad andare avanti con la visione.

Poi magari va a culminare con il Sacro Graal dei finali, ma non penso che mi toglierò mai la curiosità.

Curiosità (vera): il voto su imdb è andato paurosamente a scemare nel corso di questi due anni, stazionando ora su un pur sempre onorevole 7.1.

Non assegno un voto perché non ho visto il film della sua interezza. The Master, in ogni caso, è il primo sconsigliato di questa rubrica.

postato da Herwig Carden Loyd in Io vi consiglio\Io vi sconsiglio,Recensioni - Cinema | Nessun commento
Tags:

Estasiato? Scandalizzato? Di' la tua!

Scrivi il tuo commento. Fanculo la censura!
Il tuo nome
Email (non sarà pubblicata)
Sito web (opzionale)
Il tuo commento